Top 3 dei libri letti nel 2017

Come ogni fine anno mi ritrovo a fare il punto della situazione, quanti libri ho letto e quanti mi sono piaciuti. Il podio cambia dopo ogni lettura. Questo ultimo anno ne ho letti davvero pochi e rispetto agli anni precedenti tante letture non mi hanno particolarmente entusiasmata. Vi lascio qui il mio podio del 2017.

TERZO posto: La trilogia di Gioia e Kelly di Elisa Gioia

La trilogia è composta da “So che ci sei” ; “Il mio lieto fine sei tu” e dalla novella “L’infinito è dopo noi”

La storia di Gioia e Kelly inizia per caso in aeroporto e uno strano riincontro in un bar karaoke di Barcellona. Una mail importante di lavoro di Gioia, l’aiuto di Kelly per poi scoprire che era proprio per una sua campagna pubblicitaria. Lui è bello ed è abituato ad avere sempre ciò che vuole, lei è un uragano, sempre la battuta pronta, tra di loro è tutta una gara all’ultima parola. Dopo vari scontri finalmente si amano, ma il destino ci mette lo zampino. Un addio brutale e una nuova campagna pubblicitaria li porta a rivedersi. Riusciranno a lasciare dietro le spalle il passato per vivere il loro amore?

SECONDO posto: “Tutta colpa della mia impazienza(e di un fiore appena sbocciato)” di Virginia Bramati

Di questo libro vi avevo già parlato in precedenza. Rimane una delle letture più belle e meglio scritte per me.

 

Agnese si trasferisce da Milano in campagna. Dopo il malessere iniziale conosce Adelchi che diventerà il suo compagno di questo nuovo viaggio che è la vita lontana dalla metropoli. L’arrivo di Marco e il suo essere sfuggente affascina Agnese. Chi tra Adelchi e Marco diverrà il suo compagno di vita?

PRIMO posto: “L’amore e gli stracci del tempo” di Anilda Ibrahimi

Questo libro mi ha lasciato per certi versi l’amaro in bocca. Per chi come me che l’ha vissuta, anche se indirettamente, questa guerra è stata una parte fondamentale nella storia del mio paese.

Racconta di un momento molto delicato, la guerra tra Kosovo e Serbia. Al di là della guerra nasce l’amicizia tra la famiglia di Ajkuna e la famiglia di Zlatan. Kosovara lei e serbo lui. L’amicizia tra i ragazzi cresce in modo naturale, così come il loro amore. Allo scoppiare della guerra il destino li separa e ognuno di loro vivrà delle situazioni molto crudeli e dolorose.

Anni dopo si ritrovano, ma troppe cose sono cambiate e loro non sono più gli stessi. Riusciranno a ritornare ciò che erano o si perderanno di nuovo?

 

E la vostra top 3 qual’è?

Vi auguro un Felice 2018 e tante belle letture Care mamme!

ILDA M.

Precedente Stelle dolci di Natale Successivo Tre propositi “al contrario” per il nuovo anno