Skincare low cost: si può?

Alcuni giorni ti svegli con quelle domande esistenziali inevitabili alla soglia dei 40 anni.

Del tipo: è vero che più spendi meno spendi? O anche: qualità è sinonimo di prezzi alti? Non sempre è vero!

Spesso siamo abituate a pensare che un prezzo alto sia garanzia di efficacia e di durata. Mi riferisco soprattutto a cose che utilizziamo quotidianamente come capi di abbigliamento, make up, accessori, prodotti per pulizia e skincare.

Sicuramente in molti casi è così. Da un cappotto Max Mara, una borsa Gucci, un rossetto Chanel ci aspettiamo alta resa, elevata qualità e durata nel tempo. Ho detto nomi a caso, sia chiaro, questo articolo non è assolutamente sponsorizzato (magari!).

Ma da quando sono nate le catene low cost e si sono sviluppati in maniera esponenziale ipermercati che vendono di tutto, diciamo la verità, qualche bella sorpresa l’abbiamo avuta tutte!

Chi non ha un capo di abbigliamento di Zara, HM o Primark che è sopravvissuto a diverse stagioni e sembra addirittura in perfette condizioni? Chi non è rimasta sbalordita da una matita occhi Bottega Verde pagata 1,99 € con un tratto preciso e indelebile, quasi waterproof? (E magari ne aveva comprata una da 20 € che non utilizza per disperazione?) Ehm, diciamo una persona a caso…

Quello che voglio dire è che spesso un prezzo molto conveniente non significa bassa qualità o prodotto scadente. La mia ultima scoperta in questo senso è stata una linea di detergenti per il viso della Lidl, che forse ero l’unica a non conoscere ancora, mea culpa.

Ho preso in particolare il peeling Cien per pelli normali e miste, l’acqua micellare per pelli secche e sensibili (potrebbe sembrare un controsenso ma vi assicuro non lo è) e i dischetti struccanti. Avrò speso 5 € in totale. Una cosa mai pensata prima. No, perché avendo una pelle sensibile e reattiva, con annessa allergia quando parliamo di zona perioculare (utilizzo anche lenti a contatto) avevo paura ad utilizzare tanti prodotti. Soprattutto gli struccanti mi procuravano reazioni. Prendevo dunque solo prodotti in farmacia.

Bellissima sorpresa quindi scoprire che questi prodotti, provati con molta cautela, non sono non mi provocano reazioni ma sono anche buoni!

Questa la mia opinione. Il peeling lascia una sensazione di pelle purificata e non “tirata” come molti altri. E’ per pelli normali e miste come ho detto, ma non è assolutamente aggressivo. In ogni caso il mio consiglio è di provare sempre i prodotti su una piccola porzione di “pelle” e aspettare un pochino. Questo per evitare spiacevoli sorprese. Ricordiamoci che anche prodotti da farmacia o biologici o anche di marchi top potrebbero provocare reazioni. L’acqua micellare invece è un ottimo struccante. Ha un’azione lenitiva, calmante e dissetante. Con i dischetti basta davvero una sola passata per eliminare ogni residuo di trucco.

Insomma mi si è aperto un mondo!

Ho intenzione di provare a breve anche altri prodotti ma questi ve li consiglio sicuramente. Poca spesa, ottima resa, come si suol dire! Fateci sapere cosa ne pensate e soprattutto consigliateci altri prodotti se ne avete provati e siete rimaste soddisfatte!

Mary G.

Precedente Il pentolino di Antonino Successivo Baby Schiscetta