Scarpe, che passione!

Ognuna di noi ha una passione, un vizio, un’ irresistibile richiamo naturale a cui non ci si riesce ad opporre…

il mio sono le scarpe!

Ogni genere, forma, colore, modello, da sempre rimango incantata davanti a quelle vetrine che mi ipnotizzano costringendomi ad entrare.

Fin da ragazzina ad ogni Natale o compleanno, ogni regalo desiderato era un paio di scarpe.

Ricordo ancora ai tempi delle superiori i primi modelli di sneakers con la zeppa, dalle Fornarina, alle Onyx, passando per le Buffalo (che ad oggi ringrazio mia madre di non avermi mai comprato!) e le Nike, intramontabili airmax sempre in voga.

Le prime decolté per i sabati sera in discoteca, che non importa se dopo mezz’ ora volevi lanciarle in mezzo alla strada sognando di correre a piedi nudi in un prato, loro dovevano essere perfette: lucide, brillanti, colorate e a punta.

E con il tacco dodici.

Così sottile che dovevi sperare di camminare su una superficie lineare e asfaltata, perché il rischio era quello di entrare in discoteca con piccole zolle di terra infilzate nel tacco come uno spiedino.

Ricordo persino la moda degli stivali da cowboy.

I “camperos”, esteticamente meno femminili ma quantomeno ti permettevano di passeggiare per tratti di strada medio/lunghi senza ritrovarti vesciche grosse come una nocciolina. Abbinabili ad ogni stile e funzionali sulle gonne, sui jeans, i leggins (che erano ancora fuseaux!) e collant.

L’ evoluzione dello stivale negli anni è stata vista e rivista; da sera, tacco alto e plateaux, sopra o sotto il ginocchio, arrotondati o a punta.

Da giorno, senza tacco o con il tacco largo, a mezzo polpaccio, con i lacci, fibie e cerniere, persino i modelli sportivi, i bikers, larghi sulla caviglia, comodissimi e versione inverno/estate.

Per arrivare poi ad una delle mie passioni: i Dottor Martins (che mi accompagnano ormai dal liceo.. ho ancora il mio primo paio viola a cui avevo abbinato delle sobrissime stringhe verdi fluo!) per l’ inverno e gli Hector per l’ estate!

Mille e più colori e modelli, un guanto per i nostri piedi…e un disastro per il nostro portafogli.

Con l’ arrivo di Ginevra però, per esigenza e comodità, mi sono data alla scarpa sportiva, Vans e Converse, tinta unita, fantasia, alte, basse, con o senza stringhe, borchiate e persino di pizzo e negli ultimi anni la rivalsa Adidas, con il modello stansmith che adoro.

Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti!

Da quando poi, Ginevra ha iniziato a camminare, mi diverto tantissimo a comprare scarpe uguali per me e per lei, soprattutto in estate, dove prediligo colori accesi e chiari, che con l’ abbronzatura si sposano perfettamente!

Una passione la mia, che ovviamente ho trasmesso alla mia bambina, la quale si diletta in divertenti sfilate dove infila il suo piedino nelle mie scarpone e gioca ad essere me.

Già inizia a far valere i suoi gusti, ad impuntarsi sulle scarpe che vuole indossare al mattino e su come abbinarle, chissà per quanto tempo ancora mi permetterà di comprare per entrambe gli stessi modelli senza lamentarsi (…e come darle torto!) di ritrovarsi con le stesse calzature di mamma.

Fino ad allora però, continuerò felicemente a sbizzarrirmi!

Amiche ora tocca a voi!

Raccontatemi quali sono le vostre “passionfashion” : vestiti, borse, accessori, trucchi.. perché si sa, lo shopping fa bene all’ anima!

 

Valentina R.

 

 

Precedente Caro, futuro, fidanzato di mia figlia... Successivo Crostata con ganache al cioccolato & biscotti di frolla con cioccolato.