Salvagente & affini per far sguazzare i nostri bimbi

Organizzazione: passeggino, costumino e..salvagente

Andare al mare, in piscina o al lago con bimbi piccoli richiede come al solito organizzazione.

A parte la scelta del passeggino più leggero, del costumino più pratico, del cappellino che protegga la delicatissima pelle dei nostri gnomi, si arriva poi a dover scegliere un supporto che aiuti il nostro pargolo a galleggiare. Se è vero che i primi giorni sarà una delizia tenerlo in braccio, avrà poi bisogno della sua autonomia per poter affrontare questa nuova avventura.

Alla ricerca del salvagente perfetto

Rispetto a quando ero piccola io, oggi per i bimbi c’è tanta più scelta. Negli anni ’80 andavano di moda i braccioli, che praticamente ti venivano infilati quasi tutto il giorno. Purtroppo, altro che tessuto morbido e delicato, erano prodotti con la stesso materiale del supersantos: plastica durissima e quasi indistruttibile. Se non venivano gonfiati bene, ti ritrovavi segni rossi ovunque (tatuaggi handmade); se invece erano troppo gonfi, parevano il manicotto per misurare la pressione.. bastava uno stetoscopio e tua madre poteva pure controllare gli sbalzi di pressione tra un bagno e un altro.

Oggi invece, soprattutto cercando su internet , si trovano delle alternative molto più pratiche, sicure ed esteticamente belle; non (solo) i soliti braccioli.

Piccoli nuotatori crescono
Swimtrainer

Un articolo che ho consigliato a tutte le mie amiche perché mi sono trovata davvero bene l’anno scorso con Gabriele, che aveva solo dieci mesi,  è lo Swimtrainer; viene prodotto in Germania, in tre diverse misure (3 mesi- 4 anni; 2 anni -6 anni ; 4 anni – 8 anni) e insegna ai bimbi la giusta postura in acqua sin da subito.  Infatti, Gabriele riusciva a stare naturalmente in posizione distesa in acqua indipendemente da noi e aveva molta più libertà di movimento rispetto a una salvagente “normale”. Io l’ho acquistato sul sito di Imaginarium.

Salvagente mamma (o papà) e bimbo
Salvagente mamma&figlio (Jane)

un salvagente versione tandem? Sia per mamma o papà oppure per il fratellino o la sorellina più grande? Eccolo qui, un romantico e dolcissimo salvagente per stare insieme al vostro bimbo in piena sicurezza e relax. Si può usare a partire dai sei mesi.

Pinna da squalo

Pinna squalo (Daikos)

Per i bimbi dai 18 mesi in su, trovo molto divertente la pinna da squalo che potete acquistare qui. Sara’ complicato farli uscire dall’acqua ma le risate sono garantite.

Giubbottini in neoprene
Dai due anni

E per le bimbe che non amano salvagenti e squali? Un compromesso chic e pratico può essere il giubbottino colorato in neoprene (esatto, proprio del materiale usato per le mute), che lascia libertà di movimento ma in tutta sicurezza. Lo trovate qui .

Dai 18 mesi (konfidence limited)

Per i bimbi invece perfetto e’ il giubbottino marinerie che potete trovare sul fornitissimo sito di eurekakids.

Che ne pensate di questi prodotti? Voi cosa usate per i vostri bimbi?

Aspetto i vostri suggerimenti!

Lucia Pia O.

 

 

 

Precedente Tagliolini con trota affumicata Successivo Benvenuta estate, stagione dei progressi!